Caricamento...

Basilica della S.S Madonna della Neve


La Basilica Pontificia Minore di Maria SS. della Neve è la chiesa più importante di Torre Annunziata e si trova nella parte più antica della città.
Fu costruita nella metà , nel 1448, per volere del reggente Nicola I d'Alagno; ad essa fu annesso un piccolo convento affidato all'Ordine dei padri Celestini. La chiesa ospitò inizialmente il simulacro della Vergine dell'Annunziata. A questa si aggiunse una torre del Conte Orsini a difesa dalle scorribande dei saraceni e per questo il borgo prese il nome di "Torre dell'Annunciata".
Nel XIV secolo, il 5 agosto di un anno non ben precisato, fu rinvenuta dai pescatori torresi in mare una cassa contenente l'immagine di Maria col Bambino e siccome lo stesso giorno era già consacrato al miracolo della neve caduta in Roma l'anno 352 sul monte Esquilino, si decise che anche quella Madonna avrebbe preso il nome "della Neve".
Da allora le cronache cittadine raccontano di eventi prodigiosi, attribuiti alla Madonna della Neve.

L'esterno   

La facciata esterna presenta un'impostazione classica e si articola su due livelli. Ai lati del portale si notano coppie di colonne ioniche, con due nicchie in cui sono poste le statue dei Santi Pietro e Paolo. Nella parte superiore si nota un finestrone cieco. Nel timpano si trova in altorilievo un angelo che annuncia a Maria.
A sinistra si erge un campanile a pianta quadrata, il cui portale dà accesso alla zona della sagrestia. A destra della chiesa si presenta il tempietto di Santa Maria del Suffragio, dove si notano coppie di colonne tuscaniche su due livelli, affiancate da paraste. Al centro c'è un finestrone che riproduce nella vetrata la croce latina.

L'interno

La Basilica estende su un'unica navata. Su ciascun lato si trovano sette cappelle ad arco, tre grandi alternate a quattro piccole, ciascuna ospitante una statua o immagine sacra.
Sul lato sinistro troviamo le cappelle maggiori che mostrano la raffigurazione di S. Lucia, statua di S. Anna, le reliquie di S. Teodoro e S. Laura e infine le effigie di S. Giuseppe.
Sul lato destro nelle cappelle maggiori abbiamo la statua di S. Ciro e dell'Addolorata, la raffigurazione del Corpo di Cristo e il Cuore di Gesù.
L'ingresso è caratterizzato dalla presenza, nella zona superiore, di un grande organo seicentesco, dotato di due lunghe canne che si estendono lungo le pareti fino a raggiungere la zona del transetto.
All'entrata, sulla sinistra, sono situati un battistero in marmo e due targhe marmoree, con molta probabilità in altri tempi apposte sulla parte esterna della Basilica e recanti in incisione nomi di personaggi che forse contribuirono con aiuti economici al sostentamento della stessa.
Nell'abside spicca il rilievo dell'Annunciazione; il catino si presenta decorato a spicchi con otto figure di angeli.
Accanto all'abside ci sono due grandi cappelle. In quella di sinistra troviamo il quadro della Madonna della Neve, posto su di un altare d'argento opera di Michele Centore, mentre nel catino affrescato su tre spicchi si presenta l'Incoronazione di Maria.

Città Nostra Odv

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Experience: visita guidata Time: 1 h.

Acquista

Vedi mappa