Caricamento...

MAVV Wine Art Museum

Il Museo dell’Arte, del Vino e della Vite (MAVV – WINE ART MUSEUM) intende far conoscere in modo diffuso il mondo del Vino anche come patrimonio artistico, culturale, scientifico e storico del territorio e promuovere il settore enologico come risorsa dello sviluppo economico.

L’idea progettuale nasce dal lavoro di un gruppo di professionisti e manager amanti del bello, appassionati del vino e esperti di sviluppo territoriale, che hanno unito le proprie competenze per costituire una nuova impresa che ha l’ambizione di diventare punto di riferimento nel mondo del vino, con particolare attenzione ai settori del marketing e della comunicazione ad esso collegati.

Il Museo dell'Arte, del Vino e della Vite, è ospitato ed incardinato nel Dipartimento di Agraria dell'Università Federico II di Napoli, diretto dal prof. Matteo Lorito. Esso si avvale di un prestigioso comitato scientifico presieduto dal prof. Luigi Moio, coordinatore del corso di Laurea in Scienze Enologiche dell’Università di Napoli Federico II ed enologo di fama mondiale. Il MAVV è un percorso multisensoriale per la Wine Experience che propone anche visite nei luoghi, nel territorio e nelle eccellenze a vocazione enologica.

Le Sedi

Il MAVV avrà una sede principale istituzionale, presso il Polo Museale della Reggia di Portici, nella quale saranno svolte le attività espositive, museali, culturali e formative e dei satelliti virtuali e punti espositivi tematici, itineranti e collocati in suggestive aree vitivinicole particolarmente vocate della Campania. Questi ultimi faranno da collettore tra il tessuto produttivo locale e gli enoturisti attraverso l’organizzazione di mostre, fiere ed eventi sulla promozione e la divulgazione dei prodotti locali di alta qualità e le tipicità del territorio. Inoltre, sotto la direzione divulgativa e scientifica del prof. Gennaro Rispoli, presso il Museo delle Arti Sanitarie - Farmacia Storica degli Incurabili - è ospitato il Laboratorio Alchemico di grande interesse e suggestione per la didattica ed il turismo culturale.

 

CAMPANIA, TERRA DEL VINO

La Campania è terra di antichi e pregiati vitigni, con una produzione vinicola di forte tipicità, frutto di una storia bimillenaria, che trova le sue radici in antichissimi insediamenti, con la presenza ancora oggi, in molti vigneti, di ceppi plurisecolari. I “vini degli imperatori”, la Vitis Hellenica, il Vinum Album Phalanginum e la Vitis Apiana, citati da Virgilio, Plinio, Cicerone e Marziale, sono gli antenati di Greco, Falanghina e Fiano. A testimonianza di questa storia, si possono vedere a Ercolano e Pompei anfore ed affreschi che testimoniano come anche allora quanto fosse centrale nell’economia e nella società del tempo.

Oggi la Campania si presenta con una straordinaria ricchezza varietale, unica al mondo, fatta da oltre 100 vitigni autoctoni, che danno vita a vini fortemente caratterizzati dal punto di vista aromatico, in perfetta sintonia con l’ambiente. In regione sono oltre 23mila gli ettari coltivati a vite, il 70% dei quali nelle colline delle aree interne. Non a caso la distribuzione tra le cinque province viene assorbita per il 46% dal Sannio e per il 25% dall’Irpinia. Ma vini di grande qualità provengono anche dalla terra vulcanica del Vesuvio, del Monte Massico, di Roccamonfina e dei Campi Flegrei, dalle isole di Ischia e Capri, dal Cilento e dalla Costiera Amalfitana. Vini di collina e di mare, che racchiudono il respiro e la magia di questi territori.

In Campania, secondo i dati regionali 2016, si contano oltre 6.500 etichette con una produzione che supera 1,3 milioni di ettolitri. Di questi, il 18,5% è rappresentato da vini a Denominazione di Origine Protetta, che costituiscono la scommessa per la crescita del settore, con la tendenza a equiparare progressivamente la percentuale di produzione dei vini DOP in Italia, che oggi si aggira sul 45% del totale. La regione rappresenta il 15% della produzione del Mezzogiorno, con un fatturato 2015 che supera i 300 milioni di euro (10% export): proprio l’internazionalizzazione dei vini a marchio registra una crescita costante, +7% sull’anno precedente, che ci pone al primo posto tra le regioni italiane per l’aumento delle esportazioni registrate nel decennio 2006-2015: +174%.

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Experience: visita guidata Time: 2 h.

Prenota